Palazzolo sull'Oglio: la città ed il suo fiume

Palazzolo panorama

Palazzolo sull'Oglio è una città di oltre 20 mila abitanti che sorge in provincia di Brescia a cavallo del fiume Oglio, a sud del Lago d'Iseo e delle colline della Franciacorta. La città di Palazzolo si trova al confine tra le province di Bergamo e di Brescia, equidistante tra i due capoluoghi di provincia. L'attuale denominazione di Palazzolo sull'Oglio è stata introdotta con Regio Decreto nel 1862; fino a tale data la denominazione era semplicemente Palazzolo. Con il decreto la specificazione "sull'Oglio" è introdotta per distinguere il comune di Palazzolo sull'Oglio dalle altre municipalità ononime e sottolineare il rapporto con il fiume che ne attraversa il centro storico. Palazzolo è stata elevata al rango di città con decreto del Presidente della Repubblica Luigi Einaudi il 24 Ottobre 1954. Nel 1962 i suoi confini sono stati estesi inglobando la frazione di San Pancrazio. Questo territorio fino a tale data era suddiviso tra i territori comunali di Adro ed Erbusco. Con decreto ministeriale la frazione fu staccata da questi ultimi per essere aggregata a Palazzolo. Anche per questa origine, la frazione di San Pancrazio è l'unica parte del territorio comunale rientrante nella zona di produzione del Franciacorta. (per ulteriori informazioni visita Palazzolo è in Franciacorta?)


Palazzolo sull'Oglio: cosa visitare?

Un itinerario in Lombardia che si sviluppa nel centro storico tra le torri, i resti del castello medievale ed il ponte romano che supera il fiume Oglio collegando le due sponde del paese. Una possibile idea per una "gita fuori porta". Nel sito troverete le indicazioni su cosa vedere a Palazzolo, cittadina nata dalla fusione dei borghi medievali fortificati di Riva e Mura. Tra le due fortezze vi furono diversi scontri per il controllo del fiume i quali cessarono nel 1192, quando con la cosiddetta Pace di Mura, le due corti si fusero dando origine all'attuale Comune di Palazzolo. Il nuovo paese si ritrova, quindi, dotato di una Rocca (Castello), di mura difensive e di una Rocchetta sulla riva Sulla sponda sinistra del fiume Oglio sorge il castello di Palazzolo (Rocca Magna), fortificazione militare medievale costruita utilizzando grossi sassi di fiume. Sulla Torre Mirabella, uno dei torrioni a pianta circolare del castello, tra il 1813 e il 1838 è stata innalzata la torre del Popolo o torre di S.Fedele, simbolo della città di Palazzolo, che con i suoi 92 metri è la torre a sezione circolare più alta d'Italia.

Sull'altra sponda del fiume Oglio le torri della Rocchetta e la torre nota come Torrione, che con la porta di Bergamo sono tra i pochi resti della fortificazione del borgo di Mura. La Rocchetta è una torre a pianta quadrata costruita a presidio del ponte romano che attraversa il fiume Oglio.
Ulteriori informazioni nella pagina al presente link:
www.palazzoloonline.com/Cosa-visitare-Palazzolo




Torre del Popolo o torre di San Fedele, il simbolo di Palazzolo

Il simbolo della città di Palazzolo sull'Oglio è la Torre del Popolo, detta anche Torre di San Fedele, che svetta sull'abitato con i suoi 85 metri di altezza, esclusa la statua di S.Fedele alta 6,8 metri. E' la torre a sezione circolare più alta d'Italia, seguita da quella pendente di Pisa, e una delle più alte in Europa. Sulla sommità della torre la statua di San Fedele da Como, patrono della città (il patrono S.Fedele a Palazzolo si festeggia il 14 Maggio). Leggi la nostra pagina Torre del Popolo con fotografie e informazioni sulla nostra torre!

I monumenti di Palazzolo sull'Oglio

Ponte Romano
Durante l'impero Romano la strada Brixia-Mediolanum (via Gallica) che congiungeva Brescia a Milano superava il corso del fiume Oglio nel centro storico di Palazzolo. Il ponte costruito dai Romani è tuttora visibile e transitabile.

Vecchia Pieve - Auditorium San Fedele
L'edificio attuale della Pieve, dedicata a Fedele di Como, è stato costruito nel XV secolo ed è utilizzato dagli anni settanta del XX secolo come Auditorium. La chiesa sorge su due strutture ecclesiali precedenti i cui resti sono visibili all'interno:
la pieve originaria fu costruita nei secoli VIII e IX; presentava un'abside semicircolare realizzata impiegando ciottoli di fiume e laterizi di tipo romano;
la seconda pieve fu realizzata nel XII secolo ed era dotata di due absidi in stile romanico e di una torre quadrata, posta sul lato meridionale. La terza chiesa, quella che possiamo ammirare oggi nel suo splendore, presenta tre navate e da un protiro cinquecentesco sul lato meridionale, mentre gli interni sono affrescati dai Campi da Cremona e di Pietro Marone. E' possibile scendere nella zona degli scavi tramite una scala a chiocciola.

Rocca Magna o Rocha Magna
La Rocca Magna o Rocha Magna è il castello della borgata di Palazzolo costruito tra i secoli IX e XII. E' costituito da quattro torri le quali erano unite tra loro da poderose mura circondate da un ampio fossato. Tre torri, denominate Mirabella, Ruellina e Porta di fuori, sono a pianta rotonda ed allineate al corso del fiume. La quarta torre, detta Torre della Salvezza è a pianta quadrata e fungeva da Mastio; era dotata di due porte, entrambe dotate di ponte levatoio: una dava verso l'esterno ed era denominata Porta del Soccorso, l'altra verso l'interno del fortilizio ed era stata battezzata Porta di Riva. Dall'ampio cortile si accede ai camminamenti di ronda ed ai passaggi sotterranei alle mura che permettono di raggiungere le torri. Il cortile del castello è sempre aperto; grazie ad alcuni volontari in determinate giornate si organizzano visite che prevedono l'accesso ai passaggi sotterranei del castello e la salita alla Torre del Popolo (Torre di San Fedele).

Torre del Popolo o Torre di San Fedele
Come detto è il simbolo indiscusso della città di Palazzolo sull'Oglio. La Torre del Popolo, detta anche di san Fedele, è la torre campanaria principale della città.

Torre Rotonda di Mura
Chiamata più comunemente Torrione, è alta 25 metri e con un diametro di 10 metri, è stata costruita tra il VIII ed il IX secolo a difesa del complesso fortificato di Mura. L'unico accesso al manufatto era in origine posto a circa 13 metri di altezza e collegava le mura difensive del borgo. Le prime testimonianze scritte sulla torre di Mura sono datate 1482, mentre l'immagine più antica risale ai primi del Seicento.

Rocchetta di Mura
Conosciuta originariamente col termine latino "Rocha Parva", si trova dirimpetto al ponte romano ed è quel che rimane del castello della frazione di Mura. Del fortilizio originario restano la Porta di Mura, ingresso posto sul lato bergamasco della cittadina, la torre rotonda e parte delle mura. Nell'epoca precedente alla Pace di Mura si contrapponeva alla "Rocha Magna" di Palazzolo, più grande e sulla riva nemica del fiume. Costruita tra la seconda metà dell'VIII secolo e la prima metà del IX secolo, è ora visibile attraverso la torre quadrata d'avvistamento, ora trasformata in campanile con orologio.

Teatro Sociale
Inaugurato il 1 ottobre 1870 è lo storico teatro di Palazzolo, ubicato in piazza Tamanza, dietro l'auditorium San Fedele e a ridosso della roggia Vetra. Contiene al massimo 140 posti a sedere, compresa la platea e i due piani di loggette. E' stato restaurato nel 1997 e successivamente nel 2012.

Palazzolo sull'Oglio: museo ricordi di guerra

  • Il tricolore che durante le Cinque Giornate sventolò sulle barricate di Milano;
  • il ritratto ad olio di Giuseppe Garibaldi realizzato a Caprera dall'artista palazzolese Giovanni Rampana;
  • la sciarpa gialla del generale austriaco Won Gluck che indossava nel giorno in cui lesse la sentenza di morte per Cesare Battisti;
  • tre foglie d'alloro che ricoprivano il sarcofago del milite ignoto esposto il 4 novembre 1921.
  • Sono alcuni dei pezzi salienti presenti nel Museo inaugurato nella nuova sede del Museo di ricordi di Guerra di Palazzolo, ora ospitato nel complesso delle ex scuole Elementari che si affacciano sul lungo Oglio (viale Cesare Battisti).